LorisWave sotto l'albero
Sfrutta al meglio i software per semplificarti la vita

Evernote Windows: Backup

Introduzione al salvataggio dei dati di Evernote

Pubblicato in Evernote
GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Mi fido ciecamente dei sistemi informatici finché funzionano, il problema è che a volte non funzionano.
Cosa fare quando un computer ci tradisce?
I computer sono come le persone, quando ti tradiscono è troppo tardi e bisognava fare qualcosa prima. Bisognava dedicargli più attenzioni, bisognava essere attenti e notare quei piccoli cambiamenti, leggere tra le righe degli sbalzi di tensione, oppure con i computer basta semplicemente fare un backup, con le persone è più difficile.

N.B. Vi avviso che è sconsigliabile fare il backup di vostra moglie.


immagine di: Brian Snelson

Oggi interrompiamo momentaneamente gli articoli dedicati agli esempi di utilizzo di Evernote e parliamo di backup.
Abbiamo detto che per vivere felici con il proprio computer è fondamentale avere una buona strategia di backup, questo vale anche per Evernote; ma cosa è un backup, perché fare un backup dei dati di Evernote ed infine come farlo?

Cos'è un backup?

In informatica solitamente si intende backup una o più copie di sicurezza dei dati al fine di pervenirne la perdita in caso di malfunzionamenti vari.
Per quanto mi riguarda il backup non è soltanto il salvataggio dei file, ma anche prevedere soluzioni (software e umane) alternative che mi evitino la perdita dei dati e allo stesso tempo mi permettano di continuare a lavorare il più velocemente possibile. Avere il dato infatti non sempre è sufficiente se questo risulta non leggibile o non utilizzabile. Non solo bisogna prevedere di poter recuperare il dato, ma avere anche a disposizione gli strumenti adeguati, tipicamente un software, per leggere e modificare quel dato. In questo contesto vediamo come prevedere delle strategie di backup per Evernote.

Perché fare il backup di Evernote ?

Ci sono una serie di ragioni per prevedere un backup utilizzando Evernote:

  1. Rottura/perdita del disco del PC/MAC (specie nel caso si utilizzino taccuini non sincronizzati)
  2. Re installazione del proprio PC/MAC
  3. Cancellazione accidentale di un taccuino o svuotamento del cestino.
  4. Chiusura di Evernote (possibilità remota ma non impossibile) o mancanza momentanea di un collegamento web.

Come fare il backup

Il backup delle note di Evernote è fattibile solo dagli applicativi desktop e può essere fatto in due modi, fare una copia della cartella "database" o fare un export di tutte le note.
Entrambi i metodi hanno vantaggi e svantaggi e possono risultare più o meno validi a seconda della situazione che si va ad affrontare.

Salvataggio della cartella "database"

La cartella "database" contiene il database di Evernote, tutte le note, immagini e quant'altro contenuto nell'account. Contiene tutte le note ed i taccuini, sia quelli sincronizzati che quelli non sincronizzati. È in pratica il database a cui accediamo ogni volta che usiamo Evernote su un sistema desktop. (generalmente in windows il percorso è: C:\Users\NomeUtente\AppData\Local\Evernote\Evernote\Databases). Nel caso dei punti 1 e 2 il salvataggio della cartella " database" può essere di grande aiuto.
Re installando il pc o il mac, od addirittura nel caso si decida di installare Evernote su un altro dispositivo (dello stesso tipo perciò windows con windows o MAC con MAC), è possibile utilizzare questa cartella per evitare di ri scaricare tutto il database dal cloud ed inoltre di recuperare le note dei taccuini non sincronizzati. Il difetto di questi file è che sono codificati, non possono essere riutilizzati se non tramite Evernote, perció in caso di chiusura del servizio non ci salvaguardano.

Export di tutte le note

Evernote permette di esportare le note, tutte od una selezione, in vari formati tra cui uno denominato enex, questo è un file xml utilizzato anche internamente per salvare le note di Evernote. Il file enex ha il grande vantaggio di essere un file xml, un file di testo che può essere aperto anche con un qualsiasi editor di testo, tra cui il notepad di windows.
Nel caso dovessimo trovarci improvvisamente senza Evernote funzionante e dovessimo accedere ad un informazione vitale che abbiamo custodito in Evernote, il file ENEX potrebbe esserci di grande aiuto, basterà infatti aprirlo con notepad o ancora meglio con un editor di testo evoluto (notepad++ o similari) e cercare l'informazione.
Il giorno che dovremo migare ad un altro servizio molto probabilmente useremo questo file, infatti esso contiene tutte le note, i relativi tag e alcune proprietà come la data di creazione e di ultima modifica. Il file enex inoltre è l'unico che può essere esportato automaticamente.
L'export delle note esporta anche le informazioni criptate mantenendole in forma criptata, questo significa che reimportando la nota in Evernote avremo nuovamente la possibilità di visualizzare il contenuto criptato dopo aver inserito la password.
Il file ENEX non contiene l'informazione di dova si trovava la nota, perciò in caso di utilizzo non abbiamo a disposizione l'informazione sul taccuino di appartenenza della nota.

Avere a disposizione entrambe le soluzioni e applicarle regolarmente ci permette di affrontare più serenamente un possibile problema applicando la soluzione più idonea.

Automatizzare il processo

Una buona strategia di backup parte dalla semplificazione della procedura per effettuare queste copie in modo da scaricare l'utente dalla necessità di eseguire meccanicamente le stesse operazioni.
Per salvare periodicamente la cartella "database" potremmo utilizzare le funzionalità base che windows fornisce oppure potremmo sfruttare uno dei tanti strumenti che varie software house hanno sviluppato per impostare periodicamente il backup dei dati.
Per salvare periodicamente le note di Evernote invece bisogna sfruttare una funzionalità che il software fornisce; il programma enscript.exe Enscript è un programma installato insieme ad Evernote che può essere usato tramite semplici script e che permette alcune funzionalità, tra cui l'export di una o più note. Per la documentazione completa vi rimando alla pagina di documentazione sul sito ufficiale di Evernote.
Un modo molto semplice di usare questo programma è tramite script di windows da lanciare con l'utilità di pianificazione.
Bisogna scrivere un file di testo che contiene alcuni comandi e lanciarlo come se fosse un normale programma o ancora meglio farlo partire in automatico a scadenze regolari. Iniziamo aprendo il notepad, scriviamo il seguente codice:

start enscript exportnotes /q any: /f c:\Evernote.enex

Salviamo il file con un nome esplicativo ricordandoci di aggiungere durante il salvataggio l'estensione ".bat"

Basterà un doppio click su questo file per lanciare il comando ed esportare tutte le note in un file salvato in c: e chiamato Evernote.
Nel prossimo post vedremo come lanciare questo script in automatico e come modificarlo per creare più di un backup.

Conclusione

Fare i backup è importante, purtroppo se ne apprezza l'esistenza solo quando se ne ha realmente bisogno e spesso non è disponibile.
Attuare una buona strategia di backup significa creare degli automatismi che ci permettano di non doverci più pensare, sereni di avere quello che ci serve al momento del bisogno.

Voi fate regolarmente il backup delle note di Evernote?

Ti piace questo post? Pagalo!

Un condivisione è la moneta migliore con cui ripagare chi scrive. Se ti è piaciuto quello che hai letto o se lo hai trovato utile condividilo con i tuoi amici.

GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Altri articoli

Potrebbero anche interessarti i seguenti articoli:

L'articolo precedente: "Possibili usi di Evernote: Organizzare, 3° parte"
L'articolo successivo: "Evernote Windows: Backup - 2° parte"

quattro commenti

Gabriele

Utile, grazie

Gabriele
Nidia Valle Abrego

Usted podría utilizar Backupery for Evernote para automatizar el proceso de copia de seguridad. Es ligero y muy fácil de usar.

Nidia Valle Abrego
aglo52

Chiara, semplice, funzionale: insomma veramente ottima questa guida, con un solo limite, che taglia fuori chi come me utizza Evernote su un MAC e su uno smartphone android. Qualcuno mi può aiutare a scrivere e utilizzare un corrispettivo .bat per mac? E possibile? grazie

aglo52
Andrea Loris

Ciao aglo52,
sfortunatamente non posso aiutarti a creare una cosa simile per mac, se proprio non trovi nulla potresti pensare di usare il software offerto da Nidia Valle Abrego, che puoi trovare a questo link: https://www.backupery.com/products/backupery-for-evernote.
L’ho provato su PC e non era male.

Andrea Loris

Aggiungi un commento

Notifica