LorisWave sotto l'albero
Sfrutta al meglio i software per semplificarti la vita

Introduzione all'interfaccia di Evernote per windows.

Lista note e ordine di visualizzazione delle note.

Pubblicato in Evernote
GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

La prima volta che si apre Evernote per windows l'interfaccia si presenta con una configurazione di base; sulla sinistra c'è il "panello di sinistra" nel quale sono visualizzati i taccuini, i tag, gli attributi e le ricerche salvate. Nella parte centrale c'è l'elenco note, dove vengono mostrate le anteprime delle note, sulla destra il panello note, dove viene mostrata la nota selezionata.

Ogni qualvolta si seleziona un taccuino, un tag, un attributo, una ricerca, equivale a impostare un filtro su le note, in questo modo nell'elenco note vengono mostrate solo le note che soddisfano quel particolare filtro; se si seleziona un taccuino verranno visualizzate solo le note che appartengono a quel taccuino; se si seleziona un tag verranno visualizzate solo le note che hanno quel tag, ecc. In alto a sinistra c'è la voce "tutte le mie note", premendola vengono mostrate tutte le note nella lista nota, eliminando perciò così qualsiasi filtro o ricerca impostata precedentemente. Di fianco alla voce "tutte le mie note" è indicato, tra parentesi, il numero di note totali che l'utente ha memorizzato. Di fianco ad ogni taccuino o tag è indicato il numero di note che sono in quel taccuino o che hanno quel particolare tag.

L'ordine dei taccuini e dei tag è alfabetico; abbiamo già visto qui che per i taccuini è possibile creare gruppi tramite l'uso degli stack e vedremo in un prossimo post che i tag, pur mantenendo l'ordine alfabetico, possono essere nidificati creando così ramificazioni complesse.

L'ordine delle note nella lista note può essere impostato a seconda delle necessità, si hanno a disposizione una serie di opzioni tra cui le seguenti:

  • Alfabetico, in base al titolo.
  • Data di creazione
  • Data di modifica
  • Url di origine, ovviamente applicabile nel caso di ritagli da web Dimensione della nota
In coda al menù è anche presente un opzione per invertire l'ordinamento da crescente a decrescente e viceversa.
Per modificare questa impostazione è sufficiente premere dove è indicato l'ordine, verrà visualizzata la lista di opzioni a disposizione, e premere su l'opzione desiderata.

Si hanno a disposizione 3 modalità di visualizzazione delle note nella lista note:

  • Anteprima
  • Frammento
  • Elenco
La modalità in uso può essere modificata dal menù visualizzazione.

La modalità anteprima
La modalità anteprima è un anteprima della nota, purtroppo in questa visualizzazione si perde la lettura completa del titolo, non si vede completamente la data di creazione e l'anteprima è troppo piccola per essere effettivamente utile.

La modalità frammento
La modalità frammento, che è quella di partenza, visualizza il titolo della nota, la data di creazione, eventuali tag assegnati alla nota, se la nota contiene immagini o pdf viene generata un anteprima di questi, se nella nota è presente un file viene aggiunta un icona a rappresentarlo, infine se avanza ulteriore spazio viene mostrato parte del testo della nota, la quantità di testo mostrata dipende dalla larghezza della lista note che può essere allargata e rimpicciolita trascinando la barra di separazione tra l'elenco note e il panello note. Personalmente è la modalità che preferisco perché è quella che mostra maggior informazioni e mi aiuta a trovare le note più facilmente.

La modalità elenco
La modalità elenco, al contrario delle precedenti, si sviluppa in orizzontale, di base mostra una serie di informazioni tra cui titolo, data di creazione e modifica, tag assegnati e taccuino di appartenenza, sincronizzazione. Le colonne di informazioni possono essere aggiunte e rimosse, è sufficiente posizionare il mouse su una intestazione di colonna e premere il tasto destro per mostrare le colonne disponibili, può essere cambiato l'ordine con il drag&drop e gestire la larghezza di ogni singola colonna.

Questa visualizzazione permette di modificare velocemente l'ordine semplicemente premendo sull'intestazione della colonna da usare come ordine; premendo l'intestazione di una colonna già usata inverte l'ordine. Nel caso, per esempio, si volesse ordinare le note rispetto alla data di creazione basta premere sull'intestazione della colonna "data di creazione", se si volesse invertire l'ordine bisogna ri premere la stessa intestazione.

Ordine arbitrario nella lista note.

In Evernote, indipendentemente dal tipo di visualizzazione dell'elenco note, non c'è la possibilità di ordinare le note secondo un ordine arbitrario o manuale, si possono però utilizzare una serie di workaround:
  • Rinominare le note per sfruttare l'ordine alfabetico.
  • Cambiare la data di creazione delle note.
  • Creare un sommario tramite i collegamenti interni.

Rinominare le note per sfruttare l'ordine alfabetico.
Nel caso si vogliano elencare le note secondo un proprio ordine si può mettere davanti al titolo vero e proprio un numero, cosi da utilizzare l'ordine alfabetico per ordinare secondo le nostre necessità. Immaginando di avere tre note in ordine alfabetico questo risulterebbe l'ordine:
  • Aggettivi
  • Avverbi
  • Sostantivi
Ma basta inserire dei numeri per ottenere:
  • 01 Avverbi
  • 02 Sostantivi
  • 03 Aggettivi
Se si prevede che le note che vogliamo ordinare sono meno di 10 si possono usare i numeri senza lo 0 davanti, uno 0 se si prevede di avere fino a 99 note o due 0 per arrivare fino a 999.

Cambiare la data di creazione delle note.
Un altra possibilità per ordinare arbitrariamente è sfruttare la possibilità di cambiare la data di creazione. Con la nota che si vuole modificare aperta nel panello note bisogna fare apparire le informazioni della nota, basta premere sulla freccia che si trova a destra del panello vicino al taccuino di appartenenza.La freccia alterna 3 visualizzazioni diverse, premere una seconda volta perciò se la data di creazione non è apparsa.

Da qui si può premere sulla data di creazione e modificarla a piacimento. Bisogna modificare la data di creazione di tutte le note che si vuole ordinare secondo l'ordine voluto e impostare il corretto ordine di visualizzazione secondo la data di creazione.

Creare un sommario tramite i collegamenti interni.
Quest'ultima possibilità non varia l'ordine delle note ma può essere usata proficuamente nel caso bisogna dare un ordine logico alle nostre note. Si tratta di creare una nuova nota "sommario" e inserire al suo interno, nel ordine desiderato, i collegamenti alle note che vogliamo 'virtualmente' ordinare; in questo modo potremo, partendo dalla nota "sommario", aprire le note che ci interessano nel ordine prestabilito. Vediamo nel dettaglio come fare:
  • Creare una nuova nota "Sommario"
  • Selezionare dall'elenco note la prima nota che si vuole inserire
  • Premere con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione "copia collegamento"

  • Tornare sulla nota "Sommario", premere con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione "incolla".

  • Ripetere questa operazione per tutte le note.
Una possibilità alternativa è selezionare tutte le note nell'ordine voluto tenendo premuto il tasto ctrl della tastiera, alla fine della selezione premere il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione "copia collegamento". Posizionarsi sulla nota "Sommario" e come prima, dopo aver premuto il tasto destro del mouse, scegliere l'opzione "incolla".
In entrambi i casi il risultato è che nella nota sommario avremo i titolo delle note copiate, questi sono di colore verde e sottolineato ad indicare che sono dei link ad altre note.

Basterà fare click su uno di questi titoli per aprire la nota a cui è legato. Il vantaggio di questo ultimo metodo consiste nel fatto che si possono riordinare le note velocemente, semplicemente spostando le righe, inoltre si possono inserire nuove note facilmente senza dover modificare le altre. Alla fine di ogni nota si potrebbe infine, una volta definito un ordine quasi definitivo, incollare il link alla nota successiva in modo da non dover tornare sempre al sommario.

Conclusione

Abbiamo iniziato a vedere Evernote dalla base, studiandone l'interfaccia di base e approfondendo la lista note, l'ordinamenti possibili e come aggirare eventuali ostacoli.
Questo post mi è stato suggerito da un lettore in difficoltà che mi ha scritto per chiedere suggerimenti, spero che sia utile a voi come lo è stato per lui.
Evernote può essere un enorme risorsa ed intorno a lui ci sono molti utenti disposti ad aiutare chi è in difficoltà, se avete dei dubbi fatevi avanti e ponete le vostre domande direttamente qui o anche su questo post.

Altri dubbi su Evernote?

Ti piace questo post? Pagalo!

Un condivisione è la moneta migliore con cui ripagare chi scrive. Se ti è piaciuto quello che hai letto o se lo hai trovato utile condividilo con i tuoi amici.

GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Altri articoli

Potrebbero anche interessarti i seguenti articoli:

L'articolo precedente: "Evernote: cosa è uno stack?"
L'articolo successivo: "Evernote windows: realizzare un template"

Aggiungi un commento

Notifica