LorisWave sotto l'albero
Sfrutta al meglio i software per semplificarti la vita

Evernote: cosa è uno stack?

Breve introduzione agli stack: cosa sono, cosa servono e come si gestiscono.

Pubblicato in Evernote
GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Settembre 2017 - Questo articolo, rivisto e migliorato, è stato introdotto nel mio libro "Evernote su Windows - La guida di Loriswave"; se ti interessa una panoramica completa ed esaustiva su cos'è Evernote e come ti potrebbe essere utile, anche senza utilizzare Windows, iscriviti alla mia mailing list e scarica gratis la sezione introduttiva dell'ebook.

In Evernote esistono 3 strumenti per aggregare ed organizzare le note: tag, taccuini e stack. Abbiamo già parlato di tag e taccuini qui. Vi ricordo soltanto che i taccuini sono i contenitori in cui mettere le note, non possono essere nidificati perciò non si può mettere un taccuino dentro un altro creando delle gerarchie o ramificazioni. Gli stack possono essere definiti come raccoglitori di taccuini; gli stack possono contenere solo taccuini infatti in uno stack non si possono mettere ne note ne altri stack, impedendo anche in questo caso la creazione di un sistema ad albero complesso. La particolarità degli stack sta nel fatto che quando lo si seleziona vengono mostrate tutte le note che i suoi taccuini contengono.

Creazione,modifica e cancellazione di uno stack

La creazione di uno stack parte da un taccuino, infatti è nelle opzioni del taccuino che troviamo la voce "Sposta sul nuovo stack",

questo comando permette di creare un nuovo stack e contemporaneamente aggiungere come figlio il taccuino selezionato. La cancellazione di uno stack avviene in automatico quando non ci sono più taccuini al suo interno. Gli stack possono essere rinominati e i taccuini al loro interno possono essere spostati tra stack o al esterno di questi.

A cosa serve uno stack?

Gli stack possono essere usati fondamentalmente per due ragioni, la prima e creare un gruppo di taccuini omogenei, per dare una struttura ai taccuini nel caso di un utilizzo ampio di questi. Per un motivo di sola organizzazione. Un esempio potrebbe essere avere un taccuino per ogni hobby e tenerli tutti dentro uno stack per separarli dalle altre note.
Il secondo motivo per usare gli stack è raccogliere tutte le note di più taccuini in un solo taccuino virtuale. Si pensi a un progetto, dove si ha la necessità di mantenere alcune note private e alcune da condividere con i propri collaboratori, si potrebbe creare un taccuino del progetto privato e un taccuino per il progetto condiviso con i collaboratori, dopo di che raggruppare i due taccuini in uno stack, questo permette di accedere a tutte le note del progetto, sia in ricerca che in consultazione, selezionando semplicemente lo stack.

Ti piace questo post? Pagalo!

Un condivisione è la moneta migliore con cui ripagare chi scrive. Se ti è piaciuto quello che hai letto o se lo hai trovato utile condividilo con i tuoi amici.

GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Altri articoli

Potrebbero anche interessarti i seguenti articoli:

L'articolo precedente: "Evernote: Aggiungere tag ad una nota"
L'articolo successivo: "Introduzione all'interfaccia di Evernote per windows."

tre commenti

diego

grazie dell’articolo :-)
Mi è stato molto utile

diego
Giovanni

In Evernote esistono 3 strumenti per aggregare ed organizzare le note: tag, taccuini e stack. Abbiamo già parlato di tag e taccuini qui.

QUesto link va in loop con la stessa pagina

Ciao

Giovanni
LorisWave

Grazie mille della segnalazione.
Ho provveduto a correggerlo.

LorisWave

Aggiungi un commento

Notifica