LorisWave sotto l'albero
Sfrutta al meglio i software per semplificarti la vita

Fusion Tutorial1 Step1

Pubblicato in Fusion
GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

Il primo progetto che andremo a realizzare è una transizione un po particolare tra due clip realizzate in 3d.

Esempio

Lo scopo è famializzare con l'interfaccia di fusion e scoprire velocemente come ragiona.
Da qui potete scaricare le due animazioni 3D che utilizzeremo.
Decomprimiamo il file in una cartella che chiameremo per l'occasione Tutorial01 e apriamo Fusion.

Interfaccia

Appena aperto fusion5 si presenta con 5 aree distinte:
la toolbar
le view
il flow/timeline/spline
il tool control
il time control

il modus operandi di Fu5 e l'albero e perciò il grosso del lavoro le faremo proprio nella finestra di flow.

Andiamo a inserire la nostra prima clip nel progetto, dalla toolbar clickiamo su LD che sta per loader. Si aprirà un request windows style che chiede di indicare il file che vogliamo caricare, andiamo a selezionare un qualsiasi file della sequenza "test5_v002" e diamo open. Nel flow apparirà un rettangolo chiamato "test5_v002.####.tga" e nel tool control apparirà il tool "Loader1:test5_v002:####" con tutte le sue caratteristiche.
nota: il loader è il tool che serve per importare sequenze, filmati o immagini fisse. A seconda di cosa si importa possono cambiare alcuni settaggi. Cosa molto importante è il settaggio ... fild/full frame ecc.. Come vedremo in seguito il tool non è altro che un contenitore nel quale mettere il file
nota2: selezionando un file di immagine (non si comporta così con i video) che finisce con un numero in automatico Fu5 crede di avere a che fare con una sequenza. se salvate vari step di lavoro con immagine1, immagine2 ecc lui caricherà tutte le immagini come se fossero una sequenza.
Per il momento Lasciamo tutto invariato, clikiamo sul tool nel flow e senza mollare la presa trasciniamolo su una delle finestre in view, molliamo la presa e l'immagine del primo frame della nostra animazione verrà mostrato nella finestra, se l'immagine dovesse essere troppo grossa selezionare uno zoom diverso.

Clik in una parte vuota del flow e riclikiamo sul tool appena caricato, in basso a destra appariranno i controlli per mandare in play, in dietro ecc.. la clip. A seconda delle prestazioni della workstation potremmo vedere più o meno in realtime il play della nostra clip.
sempre dal flow clik e trascina il tool sulla barra dei tempi e vedremo che in automatico verranno impostati lo start e l'end dell'intervallo di render.
fusion ha nella parte di time control due campi a sinistra in basso e due a destra i più esterni definiscono la lunghezza totale del progetto ( di default a 1000 frame ) i due interni definiscono un intervallo di render. La posizione di dove siamo noi viene evidenziata e nel request in alto a destra.

Assicurandoci che il tool sia ancora selezionato (colore giallo) andiamo sulla toolbar e clikiamo Blur (glow). nel flow dovreste avere una situazione simile a questa.

Nel tool control dovrebbe essere apparso un tool evidenziato chiamato Blur 1.
il tool loader1 dovrebbe essere presente, aperto, ma non evidenziato. per chiuderlo/aprirlo clikare sull + / - , per attivarlo clik sul nome, per selezionare ed aprire un tool in questa condizione doppio clik sul suo nome. Secondo me a lungo andare avere tutti i tool presenti nel tool control lo trovo controproducente, perciò andiamo in File/preferences e facciamo alcune modifiche:

sotto globals and new flows defaults / general attiviamo auto control close e auto control hide, già che ci siamo attiviamo anche auto save e cambiamo l'impostazione a 2 minuti ( che se ne fanno di cose in questo tempo) senza dare invio, attiviamo anche save before render.
come potrete notare oltre ad avere delle preferenze globali abbiamo anche una serie di preferenze per il progetto che andremo a vedere più avanti.
clikiamo save e torniamo al nostro progetto.
Ora sarà presente un solo tool nel tool control, per far apparire il tool desiderato basta cliccarlo nel flow e apparirà anche nel tool control.
clik su glow1, per selezionarlo, clik destro per aprire un menu e selezionare "view on / left" per vederlo nella finestra di sinistra del view.
possiamo ora modificare i vari valori che influiscono sul glow e vedere il risultato nella finestra.
per vedere il risultato in animazione possiamo procedere in diverse maniere a seconda dell'esigenza e della situazione, per questa volta clik destro su Glow 1 "create/play preview on / right". Apparirà un request in cui indicare una serie di opzioni, selezioniamo half size e clik start render.

Fu5 processerà a mezza risoluzione e in bassa qualità un preview e finito il processo apparirà nella finestra di destra il primo frame dell'animazione e in basso nel tool control i comandi per controllare il play dell'animazione.
Una volta che l'effetto ci piace non rimane che renderizzare e salvare l'animazione.
bisogna prima di tutto aggiungere un tool chiamato saver perciò clik destro su glow1, "insert tool \ I/O \ saver", apparirà il solito request windows dove scrivere il nome del file,
note: Fu5 non aggiunge l'estensione perciò vi consiglio di scrivere il nome intero compreso padding ed estensione, tipo LogoBlur_0000.tga o LogoBlur.avi
indicato il nome compreso d'estensione, in questo caso faremo un .avi e lo andremo a renderizzare nella cartella Render, clik su save.
Come sempre nel tool control appariranno i settaggi per il saver, nell'ultimo tab Format troveremo l'impostazioni per il codec da utilizzare con impostazioni su datarate, kayframe quality, frame rate e infine se o meno salvare l'alpha. Decise le varie impostazioni clik su Render che si trova in mezzo al Time control, apparirà un request in cui potete indicare se usare la massima qualità o se fare un render di prova a bassa qualità. Per il momento lasciamo invariato e clik su start render.
Così abbiamo fatto il nostro primo render in Fu5, prima di uscire salviamo la comp, ossia il progetto nella cartella Composition, che servirà come base di partenza per il nostro secondo step.

Riepiloghiamo:
per caricare un'immagine o un video bisogna usare un tool chiamato loader
per salvare la nostra sequenza o il nostro video abbiamo bisogno di un tool saver.
Per visualizzare un tool per il momento abbiamo visto: trasciniamolo su una delle view, o tasto destro e view on.
per aggiungere un tool dopo un tool selezionato, o lo clikiamo dalla toolbar, o lo selezioniamo da tools, o tasto destro e insert tool.
per fare un preview tasto destro sul tool e create/play preview.

Partendo da dove siamo arrivati andiamo ad animare il blur che passera da un valore 0 ad un valore 7 negli ultimi 10 frame dell'animazione ed andiamo ad aggiungere una dissolvenza a nero del nostro logo sempre verso la fine dell'animazione.

In Fusion praticamente tutti i valori possono essere animati, per una questione d'ordine ed ottimizzazione bisogna indicare cosa si vuole animare, andiamo perciò al frame 139 scrivendo il valore direttamente nel Time control o trascinando la barra della posizione attuale, assicuriamoci di avere il tool Blur 1 selezionato e perciò aperto nel tool control ed andiamo ad impostare il valore di 0 in Blur Size. Dopo di che tasto destro sullo slider Blur Size e scegliamo Animate. Il campo numerico cambia di colore ad indicarci che a quel valore e linkata una spline che modifica il valore nel tempo. Andiamo in time line e vedremo che in corrispondenza del frame 139 per Blur Size si è creato un kayframe. Trasciniamo la barra del tempo fino al frame 149 e cambiamo sempre dal tool control il valore di Size Blur fino a 7. In time line vedremo che un altro Kayframe è stato aggiunto e la linea che li unisce indica il tipo d'animazione applicato.

Per aggiungere una dissolvenza a nero, la prima cosa di cui abbiamo bisogno è un nero, torniamo nel flow e andiamo a deselezionare il tool blur clikkando due volte in un punto vuoto del flow, dopo di che clikiamo BG nella toolbar.
Abbiamo aggiunto un Bakground, il tool che serve per creare fondi colorati, con gradienti orizzontali o verticali o liberi, vedremo in seguito che si usa in molteplici occasioni.
Quello che dobbiamo fare adesso e unire i due flussi in un unico risultato. Per ottenre una dissolvenza possiamo aggiungere o un tool Dissolve o un tool Merge, io personalmente uso quasi sempre il merge, più avanti analizzeremo le differenze ed i vantaggi dell'uno e dell'altro, per il momento andiamo a clikare sul quadratino che si trova alla destra del tool Blur1 e trasciniamolo fino a sovrapporci al quadratino del bakground1. Si creerà in automatico un tool merge1 che avrà come layer sotto o bakground il tool bakground1 e come layer superiore o foreground il tool Blur1, spostando il tool merge un po più a destra e in basso vedremo che due frecce sono collegate con colori diversi, la freccia arancione indica l'ingresso di bakground e la freccia verdina indica l'ingresso del foreground.

Andiamo a visualizzare il tool merge1 nella finestra di destra e vedremo che il nostro logo è ancora ben visibile, abbassando il valore blend all'interno dell tool merge1 vedremo diventare sempre più trasparente il logo sul nero di fondo, visto che siamo sull'ultimo frame della nostra animazione portiamo a 0 il valore Blend e poi tasto destro sullo slider e Animate, cosi abbiamo creato il nostro kayframe con valore 0 alla fine dell'animazione, tornamio indietro di 5 frame e impostiamo a 1 il valore Blend.

Note: Fusion usa da 0 a 1 come scala per i valori, sia per i colori ( che si può volendo cambiare), sia per le percentuali, sia per le coordinate spaziali.

Quello che ci rimane da fare è scollegare il blur1 dal Saver e collegare al suo posto il merge1, prendiamo la freccia che entra nel saver e allontaniamola un po, rilasciandola non dovrebbe esserci più il collegamento, altrimenti riproviamo allontanandola di più, dopo di che prendiamo il quadrato a destra del merge e trasciniamolo sopra il saver, non c'è bisogno di andare sopra la freccia, basta essere sopra il tool e lasciamo la presa, il collegamento dovrebbe essere fatto.

Se vogliamo possiamo fare un prewiev di quello che abbiamo fatto, altrimenti salviamo la comp e passiamo al prossimo step.

Ti piace questo post? Pagalo!

Un condivisione è la moneta migliore con cui ripagare chi scrive. Se ti è piaciuto quello che hai letto o se lo hai trovato utile condividilo con i tuoi amici.

GooglePlus icon
LinkedIn icon
MySpace icon
Pinterest icon
whatsapp icon

L'articolo precedente: "Presentazione Fusion"
L'articolo successivo: "Fusion Tutorial1 Step2"

Aggiungi un commento